Raccolta LAYOUT FRONT

Troverete guide per la creazione di cover, tutorial di photoshop e molto altro ancora...
Quanti tipi/generi di front esistono?

Probabilmente non c'è limite al numero e alla variazioni possibili che si possono attuare nei front.

Detto questo abbiamo comunque cercato di dividerli in macrocategorie...per lo più condivisibile altre ovviamente non saranno così nette per tutti, ma l'intento non è quello di una divisione "accademica", ma piuttosto di far vedere alcuni stratagemmi che si possono utilizzare quando si crea un front dal nulla.

Cercheremo anche di dare qualche suggerimento per ogni categoria, così da sapere quando è indicato e quando meno l'utilizzo di un certo Layout rispetto ad un altro.

Per adesso parleremo solamente di strutture...magari poi possiamo fare anche qualche esempio di effetti e tecniche. - ven feb 07, 2014 12:56 pm



REGISTRATI O EFFETTUA IL LOGIN PER POTER SCARICARE LE COVER!!!
Allegati
layout_front.jpg
layout_front.jpg (99.65 KiB) Osservato 1087 volte
SE TI E' PIACIUTA LA COVER AIUTA L'ARTISTA CONDIVIDENDO
LA COVER SU FACEBOOK O GOOGLE PLUS

REGISTRATI O EFFETTUA IL LOGIN PER POTER SCARICARE LE COVER!!!
Avatar utente
Artista Supremo
Artista Supremo
Grazie ricevuti: 33949
 
Altre info

1) STRUTTURA A PATCHWORK


Una strutturazione classica con però potenzialmente una infinità di variazioni.

Consiste:
Strutturare il front dividendolo in diverse "sezioni" con forme regolari o irregolari.

Quando?

-Quando si hanno poche immagini hi-res.
-Quando si hanno molti personaggi.
-Quando non si hanno immagini o "idee" per fare un front a respiro più ampio, ossia "creare uno sfondo".

Da Evitare:
-Strutture troppo semplici.
-Divisorie piatte
-e con colorzioni eccessivamente monotone

IMPORTANTE:
-Quando si "struttura" è necessario pensare a dove piazzare il titolo!!

Ecco alcuni esempi:
ImmagineImmagineImmagine


Le divisorie sono molto importanti e danno "carattere alla cover", quindi sono elementi da non sottovalutare...e più sono attinenti al film meglio è!
N.B. non è necessaria la presenza fisica di linee, per creare divisorie anche la loro "assenza" è utilizzabile come elemento di divisione
ImmagineImmagineImmagine


Le strutture se possibile devono puntare all'originalità, ecco alcuni esempi:
ImmagineImmagineImmagine


Anche la colorazione può essere un valido strumento per dare importanza come per smorzare i toni:
ImmagineImmagine


Un esempio in negativo, può essere il seguente, sebbene la struttura sia buona....è da evitare il piattume generale...sfondo nero, colorazione troppo varia senza dare riasalto a nulla, tipografia mal sfruttata:
Immagine
- ven feb 07, 2014 12:57 pm


Ultima modifica di uglycon il ven feb 07, 2014 4:04 pm, modificato 6 volte in totale.
Avatar utente
Artista Supremo
Artista Supremo
Grazie ricevuti: 33949
 
Altre info

2) STRUTTURA VERTICALE


Come nel gruppo precedente, anche qui il lavoro consiste nella divisione in spazi, con però l'obiettivo di dare un senso di verticalità.

Quando?

-Quando si hanno pochi personaggi centrali, o meglio ancora quando ci sono due personaggi in contrasto tra loro.
-Quando si hanno immagini molto grandi di un particolare personaggio e si sceglie di dargli molto visibilità.

Da Evitare:
-Un eccessiva suddivisione in spazi
-Una colorazione a tutto cambio che può mettere a rischio la leggibilità, oppure che possa rendere troppo monotono il tutto.

Come si può eseguire un front di questo tipo?
Classicamente si possono presentare i personaggi del determinato film divisi in spazi verticali. Chiaramente ci si può distaccare dalle classiche linee dritte e invece optare per qualcosa di più obliquo o anche mescolando un pò.
ImmagineImmagineImmagine


Un altro uso classico della struttura verticale, e la semplice divisione del front in due spazi. Eventualmente anche il titolo può diventare un elemento di divisione.
ImmagineImmagineImmagineImmagine

Altri metodi interessanti per dare quest'idea, potrebbero essere i seguenti:
ImmagineImmagineImmagine
- ven feb 07, 2014 12:59 pm


Avatar utente
Site Admin
Site Admin
Grazie ricevuti: 33009
 
Altre info

3) SAGOMA OMBRA


Un altra struttura tipica è l'utilizzo di una sagoma come "delimitazione" ad altre immagini e scene.

Quando?

-Quando si vuole dare contrasto tra sfondo e "contenuto"
-Quando si ricerca "movimento" senza avere molte immagini utili.
-Quando con film a molti personaggi si cerca un alternativa ai grupponi

Da Evitare:
-Sagome troppo particolareggiate
-usare troppe immagini (meglio avere busti e qualche scena. non una miriade di screen)
-colori non armonizzati

IMPORTANTE:
-Valutare bene dove andrà la tipografia, per evitare spazi con cambi di colore e luci che ne impediscono la lettura.

Qualche esempio, possiamo vedere che il contrsto tra colori funziona sia con toni tendenti al b/n che con il colore:
ImmagineImmagineImmagineImmagine


La sagoma può anche essere usata solo parzialmente come delimitarore, mantendo la parte che ci interessa pienamente visibile, o anche come divisore verticale:
ImmagineImmagine


La sagoma che fa da confine alle nostre immagini può essere di diverso tipo, e non è necessariamente riconoscibile come una forma regolare:
Immagine


Inoltre si può sfruttare l'utilizzo della sagoma con diverse tecniche....alcuni esempidi utilizzo alternativo:
ImmagineImmagineImmagine


....il rischio di questa struttura è essere eccessivi, sia in semplicità che in complessità:
Immagine
- ven feb 07, 2014 3:58 pm


Ultima modifica di uglycon il sab feb 08, 2014 12:16 pm, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Artista Supremo
Artista Supremo
Grazie ricevuti: 33949
 
Altre info

4) STRUTTURA A DIVISIONE ORIZZONTALE


Quando?
1) Molto utile quando non sia hanno immagini a tutto campo e invece si sono trovati molto screen.
2) Realizzazione veloce, ma di buon impatto.
3) Se mancano immagini di movimento e invece abbandona quelle di primi piani

Evitare:
1) Troppe suddivisioni
2) Spazi disarmonici


IMPORTANTE:
- La suddivisione in spazi è di solito semplice, ma è importante la cura dei colori e dell'armonia tra le varie immagini. E' importante dare un insieme gradevole e naturale, il rischio se no è dare l'impressione di un insieme di immagini scelte a caso o con poca cura.
- Cercare di lavorare sulle luci per dare più impatto alla struttura
- Diventa fondamentale una buona gestione di tutta la parte testuale, parte integrante e fondamentale di questa struttura. Attenzione quindi alla tipografia, quindi al font da utilizzare e alla sua disposizione nello spazio.


Gli esempi più classici sono i seguenti, possono dare l'impressione di un lavoro semplice e sciatto, ma da notare lo studio dei colori, delle luci e dell'impaginazione. Sebbene sia un metodo strutturalmente semplice, è in questi particolari che si vede il lavoro e l'impegno che c'è dietro:
ImmagineImmagineImmagine


Le seguenti immagini mostrano come in questo tipo di struttura la tipografia sia importate e come essa possa diventare anche parte integrante dei layout:
ImmagineImmagineImmagine


Per film d'azione, per dare un idea di dinamicità si può optare per divisioni meno orizzontali e più diagonali che aiutano a dare un idea di movimento:
ImmagineImmagine


Non serve fare molte suddivisioni o molte immagini per creare un front d'impatto. L'importante è sempre la cura dei dettagli:
ImmagineImmagine



Alcune cose da evitare sono: la scelta di troppe immagini disarmoniche tra loro, uno studio del testo poco curato e di scarso impatto e una suddivisione noiosa e approssimativa. Le seguenti immagini sono, secondo me, esempi negativi di questo tipo di struttura:
ImmagineImmagine
- ven feb 07, 2014 4:02 pm


Avatar utente
Site Admin
Site Admin
Grazie ricevuti: 33009
 
Altre info

5)PG CON SCREEN


Quando?

-Quando si hanno poche possibilità per creare quacosa di proporzionato tra diversi personaggi, ossia si ha una sola immagine grande XD
-Quando si vuole dare importanza al protagonista, ma anche a scene o "concetti" del film.

Da Evitare:
-Troppi screen
-La scelta degli screen deve essere occulata....troppe scene d'azione o troppi volti tolgono equilibrio.

IMPORTANTE:
-Valutare attentamente la disposizione e il tipo di schema da utilizzare, una struttura troppo "dritta" toglie dinamicità, ma andare troppo sull'oblicuo senza dare qualcosa in più può essere una scelta troppo banale.

Ecco di cosa stiamo parlando:
ImmagineImmagineImmagineImmagine


Si può anche utilizzare un primo/primissimo piano per questo tipo di struttura:
ImmagineImmagineImmagine
- ven feb 07, 2014 4:06 pm


Ultima modifica di uglycon il sab feb 08, 2014 12:09 pm, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
Artista Supremo
Artista Supremo
Grazie ricevuti: 33949
 
Altre info

6)PRIMO PIANO



Quando?

-Quando il film si concentra su un particolare personaggio
-Quando si ha un immagine grande del protagonista e poco altro.

Da Evitare:
- Uno studio sciatto dello sfondo
- Prospettive evidentemente errate

IMPORTANTE:
-Concentrarsi sullo studio dei colori e delle luci. Ed ovviamente è importante un buon ritaglio dell'immagine se la si costruisce.

Esempi classici di posizionamento, con scelta di sfondo leggero per dare importanza alle atmosfere o uno sfondo più significativo per suggerire di cosa tratta il film:
Immagine
Immagine


Per rendere più interessante si può decidere di andare verso prospettive più dinamiche:
ImmagineImmagine


Decidere di elaborare il faccione, per adattarlo meglio al tema del film
ImmagineImmagine


Integrare nel faccione scene de elementi del film
ImmagineImmagine


Oppure invece di sottolineare chi fa il film, mettere in evidenza il "cosa" si fa nel film:
Immagine
- sab feb 08, 2014 11:37 am


Avatar utente
Site Admin
Site Admin
Grazie ricevuti: 33009
 
Altre info

7)TITOLO AL CENTRO


Questo tipo di front si focalizza solo (o quasi) sul TT, che prende gran parte dello spazio ed è ciò che definisce il front stesso.

Quando?

-E' Indicato quando il TT è particolarmente lungo o è "molto" significatico.
-e quando si hanno troppe storie da raccontare tutte di uguale importanza...è quindi meglio sorvolare su tutte e andare a concentrare l'attenzione sul TT
-Nelle collection estese può essere una scelta valida

Da Evitare:
-NON si deve sottovalutare la tipografia, per questi tipi di front è TUTTO!!
-La leggibilità è imporatante....ma per questo front lo è anche il desing...e a volte è meglio andare a discapito della prima (senza esagerare)

IMPORTANTE:
-La parola chiave per questi front è "eleganza"....la valutazione della disposizione, stile e contrasto con lo sfondo sono indispensabili.....è il caso quindi di fare tante prove e rischiare con posizionamenti azzardati ;)

La versione più pulita è dare assoluta centralità al TT, che prenderà la quasi totalità del front:
ImmagineImmagineImmagine


...ma si può a anche integrare con immagini a tutto campo:

ImmagineImmagine


Molto importante è la cura del desing....DEVE essere d'impatto per funzionare:
ImmagineImmagine
- sab feb 08, 2014 12:06 pm


Avatar utente
Artista Supremo
Artista Supremo
Grazie ricevuti: 33949
 
Altre info

9)L'ELEMENTO al CENTRO


Oltre a variare la struttura principale del front, con andamenti verticali e/o orizzontali, si può anche decidere di fare un layout concentrato su un determinato elemento del film (da non confondersi con lo stile minimalista)

Quando?
-...bhè innanzitutto quando si ha una Buona idea, abbandonarsi troppo presto a questo stile è rischioso perchè potrebbe portare a qualcosa di banale.
-quando abbiamo visto il film!!!! essenziale!

Da Evitare:
-anche quando abbiamo deciso l'elemento, è necessario pensare a come lo si può presentare...non sono raccomandabili scelte troppo semplici o poco incisive
-nascondere troppo l'elemento nello sfondo
-selezionare qualcosa di troppo generale...oppure di eccessivamente specifico che difficilmente verrà colto da chi ha visto il film una sola volta

Questo genere di layout predilige uno schema pulito e non troppo grunge, rimanete sull'equilibrato:
ImmagineImmagineImmagine


è funzionale anche dare all'elemento uno scopo in più al semlice ricordare qualcosa del film, quindi l'intergrazione con titolo e info del film è essenziale!
ImmagineImmagineImmagine


Anche la raccolta di più elementi e ricorrere all'uso delle foto per centrare l'argomento è accettabile, soprattutto nei temi storici o dove gli elementi non sono troppo caratteristici:
ImmagineImmagineImmagine


P.s. Notate come lo sfondo non sempre è richiesto che sia realistico, l'importante è che faccia risaltare l'elemento scelto. - gio feb 13, 2014 10:03 am


Avatar utente
Artista Supremo
Artista Supremo
Grazie ricevuti: 33949
 
Altre info


Torna a Zona Supporto

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite